L’impatto ambientale del condominio

L’impatto ambientale del condominio

“La progettazione complessiva di un edificio nella sua complessità può tradursi in una costosa delusione.” Ebbene si, Il valore di un immobile è strettamente legato alla qualità della vita che può offrire al proprietario o potenziale proprietario. In questo  la fa da padrone il costo della gestione dell'immobile.

Sappiamo che un immobile non efficiente, soprattutto sotto il profilo energetico, è un immobile dispendioso e di conseguenza deprezzato. Il problema della dispendiosità del condominio sotto il profilo energetico, ha consentito il germogliare di direttive comunitarie che hanno spinto i condomini nella direzione della riduzione delle emissioni e delle innovazioni tecnologiche. Ambientale e condominio il problema è la progettazione “L’evoluzione delle scelte del legislatore della riforma ha agevolato anche la possibilità all'assemblee di deliberare con maggioranze agevolate.”

Ma siamo sicuri che questa sia l’unica strada verso la sostenibilità del condominio Il condominio ha un impatto ambientale importante, e la sua importanza nel settore ambiente è considerevole se pensiamo che rappresenta nelle città il primo ambiente ecocompatibile.

Ambiente e condominio sono un binomio da non sottovalutare, e non sono mai stati così attuali ed interconnessi come nel nostro secolo. Basti pensare alla raccolta differenziata dei rifiuti, immissioni di rumore, bonifica dall'amianto, inquinamento elettromagnetico. Quello che si è fatto, e che nel corso del tempo si sono succeduti vari interventi normativi che hanno considerato aspetti tecnici edilizi ed impiantistici, da poco anche di risparmio energetico, ma non sono andati oltre, ovvero “la progettazione improntata alla condivisione.”

Condomino sostenibile è un condominio intelligente Un condominio sostenibile acquista valore non sono per l’ambiente, ma anche per la vita sociale. Il condominio attraverso la socializzazione e lo scambio può condividere e ridurre il consumo di materie prime.

Viene chiamato sharing economy, un nuovo modo di concepire la condivisione degli spazi comuni, che dovrebbe avere origine dalla progettazione. Lo sharing economy condominiale parte dalla sensibilizzazione del costruttore alle tematiche ambientali e del risparmio energetico. “La riduzione degli impatti ambientali non passa solo dal legislatore, ma soprattutto dalla condivisione in condominio.“

Il condomino sostenibile è un mondo alternativo di rappresentare l’abbattimento dell’impatto ambientale ed economico a scala locale. La sostenibilità condominiale e il ruolo dell’amministratore di condominio La valorizzazione energetica di un condominio coinvolge in particolar modo l’Amministratore di condominio che riveste un ruolo sociale fondamentale.

Non a caso l’amministratore di condominio è l’interfaccia tra il condominio e l’innovazione verso la sostenibilità. Come un ambasciatore, l’amministratore di condominio deve promuovere la qualità di una vita sostenibile portando nelle assemblee di condominio la consapevolezza e le potenzialità, anche economica di un immobile sostenibile.

A cura di www.webcondomini.net Studio Padovani & Borrelli Amministrazioni condominiali a Roma.